You are currently viewing Universal Design for Learning.

Universal Design for Learning.

Un approccio per creare percorsi di formazione altamente efficaci per ogni discente.

Da sempre chi si occupa di formazione si chiede: “come faccio ad assicurarmi che OGNI corsista apprenda in modo efficace i concetti che voglio trasmettere?”.
Il concetto di Universal Design for Learning (UDL) nasce per rispondere a questa domanda di docenti e trainer.  

Partendo dai presupposti che:
– Non esiste “Corsista medio”, ogni persona impara a modo suo;
– Ogni persona ha caratteristiche psico-fisiche-culturali che ne influenzano l’apprendimento;
– L’idea di semplici “stili di apprendimento” (visivo, uditivo, etc…) netti e definiti è ormai superata…

L’Universal Design for Learning è un approccio alla progettazione della formazione che permette di offrire le stesse opportunità di apprendimento a persone con caratteristiche differenti.

L’obiettivo dell’UDL è la costruzione di esperienze formative flessibili e inclusive, che rispondano a tutti i bisogni (o al maggior numero possibile) di chi impara.
Questa riflessione fa pensare immediatamente all’utilizzo di vari metodi formativi e formati multimediali (“se Fabio non ha compreso quel video tutorial, magari imparerà grazie alla metafora narrata o all’esercizio di role-play…”).
Ma non per tutti la discussione si ferma qui… ne parliamo tra un minuto.

Quindi, in breve:
NON una soluzione buona per tutti. Ma un INSIEME di strumenti, metodi, processi e contenuti formativi per stimolare la mente di chi ci segue.

Quali vantaggi porta questo approccio?

  • Aumento del ROI della formazione 
  • Centralità dell’utente/cliente/discente finale (non chiedo loro di adattarsi a me)
  • Maggiore engagement della platea (in sincrono ed in asincrono)
  • Maggiore accessibilità e riduzione delle barriere all’apprendimento

Consigli pratici per progettare in una logica UDL?

  • Crea diversi tipi di coinvolgimento
    (lancia sfide, raccogli opinioni, chiarisci gli obiettivi, dai feedback, stimola cooperazione…)
  • Fornisci diversi tipi di contenuti e materiali
    (video, audio, esercizi, storie/casi, metafore, glossari, role-play, giochi…)
  • Offri diverse modalità di espressione
    (diversi metodi di valutazione, sistemi di autovalutazione, possibilità di chiedere sempre…)

In NT GROUP aggiungiamo un punto a questa riflessione:
per assicurarsi l’apprendimento di ogni learner, bisogna progettare tentando di rispettare TUTTE le più importanti teorie dell’apprendimento degli adulti.

Il nostro MODELLO MULTITEORICO DELL’APPRENDIMENTO NT GROUP unisce più di 35 fondamentali teorie dell’apprendimento e ci permette di progettare ogni secondo di formazione assicurandoci che questo sia utile ed efficace.

Se pensi possa fare al caso tuo o hai altre curiosità, lascia un commento oppure prenota una chiacchierata con noi all’orario che preferisci!

Lascia un commento